Home»Criptovalute

Criptovalute

Investi in Bitcoin ed Ethereum

Investi facilmente in criptovalute senza rischi di sicurezza e stoccaggio. Puoi negoziare Bitcoin ed Ethereum tramite trackers, permettendoti di approfittare direttamente della volatilità del prodotto senza doverlo possedere fisicamente.

Questi trackers sono Exchange Traded Notes (ETNs) di recente emissione che riflettono il movimento del Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) contro il Dollaro (USD).

Criptovalute

Criptovalute: una nuova moneta in un mondo digitale

Le monete digitali o criptovalute permettono di effettuare operazioni di pagamento senza contante in modo sicuro, senza il tramite di una banca e senza che le autorità di vigilanza statali vi abbiano accesso. Alla base delle criptovalute si è affermata la tecnologia blockchain, una struttura digitale organizzata in modo decentralizzato che memorizza tutte le transazioni ed è sicura praticamente contro ogni tipo di manipolazione. Le monete digitali più conosciute sono il Bitcoin e l’Ethereum.  Maggiori informazioni sono disponibili qui.

VANTAGGI NELLA NEGOZIAZIONE DI CRIPTOVALUTE CON CORNÈRTRADER

icon-green-check

Accesso immediato dalla piattaforma alle criptovalute più volatili e liquide

icon-green-check

Puoi approfittare del movimento del prezzo delle criptovalute senza doverle per forza possedere

icon-green-check

Condizioni trasparenti e competitive

Il sistema di pagamento peer to peer organizzato in modo decentralizzato si basa sulla tecnologia blockchain e permette di svolgere operazioni finanziarie cifrate nella valuta Bitcoin. Questa viene utilizzata generalmente all’interno del sistema ma può essere anche scambiata in moneta reale o con altre merci e servizi

 

Anche il sistema finanziario Ethereum si basa sulla tecnologia blockchain, ulteriormente sviluppata attraverso gli Smart Contracts. Questi contratti intelligenti stabiliscono ad esempio le condizioni per le operazioni nella valuta Ether e vengono gestiti da volontari, insieme agli altri compiti da svolgere.

Alla pagina sugli Ethereum

Criptovalute: una nuova moneta in un mondo digitale

 

nuova moneta in un mondo digitale

Sotto lo pseudonimo di "Satoshi Nakamoto”, l’equivalente giapponese del nome di finzione Mario Rossi, il 1° novembre 2008 fu presentata in un libro bianco l’idea di un sistema di moneta elettronica: era nato il Bitcoin. Intorno alla vera identità di Nakamoto, che dal 2011 è scomparso dalla scena, aleggiano numerose leggende. La sua visione è stata ripresa e sviluppata ulteriormente da altre personalità e oggi, in una forma completamente rivisitata, è alla base di numerose monete digitali.  L’obiettivo resta quello di cifrare e verificare le transazioni finanziarie private, in modo tale da renderle sicure e proteggerle dall’accesso non autorizzato di terzi.

 

tecnologia blockchain

Blockchain: un sistema decentralizzato alla base delle criptovalute

 

La tecnologia blockchain alla base delle criptovalute è un sistema contabile collettivo tanto semplice quanto geniale. Su questo registro dei conti organizzato in modo decentralizzato vengono registrate meticolosamente tutte le transazioni, così come tutte le giacenze di ogni singola unità di moneta virtuale. Questo sistema stabilisce un tetto massimo per il numero di coin ammessi in circolazione, rendendoli a prova di falsificazione e garantendo che ogni singola unità di moneta venga spesa una sola volta. I passaggi contabili costruiscono la chain o catena, che riproduce lo storico completo delle transazioni, a disposizione di tutti i client sulla rete.

 

moneta legale

Criptovalute: un modello alternativo al sistema monetario

 

Le differenze con le monete comuni, messe in circolazione, controllate e diffuse dalle banche centrali, sono notevoli: le criptovalute si sottraggono intenzionalmente al controllo e alla gestione centralizzati, basandosi sull’esistenza di reti attraverso le quali i membri si scambiano tutte le informazioni necessarie creando un’organizzazione decentralizzata. Per quanto riguarda la maggior parte delle monete digitali, inoltre, viene stabilito sin dal principio un limite al numero di unità ammesse in circolazione (i Bitcoin ad esempio non potranno mai superare la quantità di 21 milioni). Questo aspetto rappresenta un vantaggio enorme rispetto alla moneta legale ed è anche uno dei motivi principali per cui i Bitcoin sono stati in grado di generare una capitalizzazione di mercato così impressionante.

Attualmente esistono più di 1.300 criptovalute, basate sulla tecnologia blockchain o su una sua evoluzione. La tecnologia blockchain ha un potenziale di sfruttamento enorme in quanto si presta ad essere impiegata in numerose applicazioni nel campo dell’economia e dell’amministrazione, ad esempio nella gestione dei registri pubblici (per la creazione di un sistema intelligente di collegamento dei bilanci, oppure per il trasferimento e la garanzia dei diritti di proprietà). Le criptovalute e le banche dati che ne costituiscono la base potrebbero segnare l'alba di una nuova era in fatto di elaborazione dei dati.

 

criptovalute come oggetto di investimento

Il potenziale: criptovalute come oggetto di investimento

 

Il fatto che non riscontrino il consenso generale rientra nella natura stessa delle criptovalute. La principale accusa che viene mossa loro è il fatto che le transazioni si svolgono al di fuori della sfera di influenza dello Stato. Nonostante questo, sono sempre di più le aziende, le organizzazioni e infine gli stati che scelgono di aprirsi a questi metodi di pagamento alternativi. Al primo posto va menzionato il Bitcoin, che si trova in testa alle classifiche, a grande distanza dalle numerose criptovalute nate successivamente.

Le possibilità di investimento sono numerose: la partecipazione diretta al sistema di pagamento risulta piuttosto complicata, nel caso in cui non venga utilizzata per le transazioni. Un'alternativa intelligente è rappresentata invece dagli ETN o Exchange Traded Notes, emessi sotto forma di certificato da parte di una banca e negoziati attraverso borse speciali. Questi titoli replicano le criptovalute partecipando alla loro performance, senza che sia necessario acquistare la moneta stessa. Possono inoltre essere mantenuti e amministrati nei conti titoli, cosa che facilita notevolmente la loro gestione.